Problemi di salute

Feed Rss


Ripristino da un intervento chirurgico per ernia iatale

 Chirurgia dell’ernia iatale è una grande operazione eseguita in anestesia generale. Le incisioni sono realizzate in addome che richiedono alcune settimane per guarire. Il vostro stomaco è tirato fuori dell ‘esofago e per questo, questi organi devono anche essere consentito di guarire prima una dieta normale può essere ripresa.

Dopo l’intervento chirurgico di ernia iatale, avrete il tubo naso gastrico in atto in prosciugamenti di acidità di stomaco. Non sarà permesso di mangiare per due o tre giorni o fino a quando il tubo viene rimosso. Si recupererà in ospedale per un periodo da uno a sei giorni prima di essere mandati a casa per completare il recupero.

Con il tempo di tornare a casa le vostre incisioni avranno cominciato a guarire ma si può ancora avere medicazioni opzionali su. Si consiglia di indossare uno per l’amor di conforto, perché si impedisce l’attrito tra il l’incisione e il vostro abbigliamento. Seguire le istruzioni del medico riguardo alla cura delle vostre incisioni. Si dovrà probabilmente essere consentito di ottenere il vostro incisione bagnato, e si può essere incaricati di applicare una pomata. Tuttavia, non mettere nulla sul vostro incisione se non sono stati istruiti a farlo.

Si può essere scaricato con i farmaci da assumere durante il recupero. Ciò potrebbe includere antibiotici e antidolorifici. Prendete tutti i farmaci secondo le istruzioni riportate. Non smettere di prendere gli antibiotici, anche se si sente bene. Non bere alcolici quando si assumono antidolorifici e non si combinano antidolorifici con oltre il contatore farmaci antidolorifici.

È necessario riprendere le normali attività quotidiane lentamente dopo l’intervento chirurgico di ernia iatale. Inizialmente vi sarà permesso di fare la doccia, fare passeggiate, andare in macchina, le scale d’uso, e sollevare fino a 2 chili. Tuttavia, non deve guidare per due settimane ed è necessario usare cautela quando si piega, sollevamento, o torcendo il corpo per tre mesi dopo l’intervento chirurgico.

Quando tornate a casa, si dovrebbe mangiare piccole quantità più frequentemente durante il giorno. Per le prime due settimane dopo l’intervento chirurgico di ernia iatale, si deve solo consumare liquidi chiari. Ciò comprende alimenti come acqua, brodo, cubetti di ghiaccio, succhi di frutta, gelatina, e ghiaccioli. Si consiglia di non mangiare cibi solidi, liquidi densi, bibite, caramelle o gomme da masticare. Inizia con 1/2 tazza di liquido e via via fino a consumare di più si può bere 1 tazza alla volta.

A partire dalla terza settimana dopo l’intervento chirurgico, è possibile aggiungere cibi morbidi come frullati, yogurt, budino, farina d’avena, e zuppe tesi. Nella quinta settimana dopo l’intervento chirurgico, è possibile aggiungere pastose alimenti come pasta, pesce, mele, verdure cotte, purè di patate, carne macinata di manzo e frutti di bosco. Si dovrebbe continuare a evitare la carne, pane e verdure crude.

Perché il vostro tratto digestivo superiore deve guarire dopo l’intervento chirurgico di ernia iatale, è necessario stare attenti a non irritare con cibi duri o appuntiti per un massimo di tre mesi dopo l’intervento. Inoltre, ci vorranno circa tre mesi per le vostre incisioni di guarire completamente in modo da poter continuare con le attività regolari che possono includere il sollevamento pesante e piegatura.

Quando si arriva a casa dopo l’intervento chirurgico, si dovrebbe guardare la vostra incisione eventuali segni di infezione. Chiamate il vostro medico se avete notato un gonfiore, arrossamento o drenaggio attorno al incisione. Si dovrebbe inoltre informare il medico se si ha la febbre, brividi, vomito, diarrea o costipazione.

E ‘possibile che il vostro medico vi darà istruzioni specifiche relative alla tua particolare condizione medica. Soprattutto, seguire le linee guida del vostro medico per essere sicuri di avere un rapido un recupero tranquillo. Assicurarsi di mantenere i vostri appuntamenti di follow-up con il proprio medico in modo che possa monitorare il recupero da un intervento chirurgico di ernia iatale.