Problemi di salute

Feed Rss


Rachitismo vitamina D resistenti 101

 Rachitismo vitamina D resistente è una condizione derivante dalla resistenza vitamina D. Si tratta di un gruppo di disturbi metabolici si manifesta con difetti tubulari renali di anomalie delle ossa e dei trasporti fosfato con conseguente osteomalacia o il rachitismo ipofosfatemico. Continua a leggere e saperne di più su rachitismo vitamina D resistente tra i suoi segni e sintomi, diagnosi e trattamento.

Rachitismo vitamina D resistenti si manifesta con diversi segni e sintomi tra cui importanti ossa del cranio frontali, appiattimento del cranio posteriore, estremità ingrossate di costole, dentizione poveri, Harrison groove, sterno prominente, incurvamento delle ossa lunghe, scoliosi, legamenti lassi, ispessimento della caviglia , e inchinandosi della tibia.

La diagnosi di questo disturbo è confermato dai risultati positivi delle prove. I risultati includono diminuzione della calcemia, diminuzione della concentrazione di PTH da radioimmunologico per il PTH, QT prolungato e intervalli di ST a causa di ipocalcemia, come indicato dalla ECG elettrocardiogramma o di prova, e l’aumento di fosforo nel siero. L’evidenza clinica di questa vitamina D disturbo è dimostrato, gonfiando un polsino di pressione sanguigna sul braccio del paziente tra pressione sistolica e pressione diastolica e tenendo presente l’inflazione per circa 3 minuti. Se c’è spasmo carpale, il paziente viene detto di essere affetto da questo disturbo vitamina D.

Poiché l’assorbimento del calcio dal piccolo intestino ha bisogno della fornitura di vitamina D, trattamento per questa malattia vitamina D comprende l’assunzione orale di calcio e vitamina D. Il medico può consigliare una terapia, ma questo di solito è per la vita, tranne quando la malattia mostra una forma reversibile. Se la vitamina D nella sua forma pura non può più essere tollerata dal paziente, i medici possono prescrivere altre alternative come il Diidrotachisterolo, ma questo dovrebbe essere solo il villaggio, se funzionalità renale ed epatica è adeguata e se è gravemente compromessa, calcitriolo può essere preso . Per i pazienti con l’ipomagnesiemia, la condizione deve essere corretta prima di permettere il trattamento di ipocalcemia. Una dieta ricca di calcio, ma a basso contenuto di fosforo è anche raccomandato. Per vitamina D rachitismo resistente associati acuta pericolosa tetania, vi è una necessità di un calcio IV immediato amministrazione, al fine di aumentare i livelli di calcio sierico.