Problemi di salute

Feed Rss


MRI nella diagnosi dei disturbi muscoloscheletrici

 La risonanza magnetica ( MRI) è una procedura rivoluzionaria utilizzata per la valutazione accurata di disturbi muscolo-scheletrici . Maggior parte dei medici dipendono in larga misura alla risonanza magnetica per diagnosticare disturbi muscoloscheletrici , perché in grado di fornire un’immagine chiara della parte del corpo interessata .

 Rileva Anche le anomalie occulte nelle ossa

MRI è completamente diverso da quello tradizionale tecnologia a raggi X . La risonanza magnetica tecnologia può essere utilizzata per individuare fratture minuto che non possono essere rilevati tramite raggi X . Con la risonanza magnetica , i medici possono individuare la causa della posizione dolore, corretta delle fratture e la loro gravità . Questa procedura può essere utilizzato per identificare le lesioni e fratture nei tessuti molli dei legamenti , muscoli, tendini , spalle, articolazioni del ginocchio e dell’anca e di altre zone del corpo .

Una risonanza magnetica permette ai medici di avere una valutazione stretta della funzione dei tessuti negli organi del corpo e facilmente individuare l’esistenza di qualsiasi irregolarità, compresi i tumori . Ciò permette anche di rilevare le anomalie minori e maggiori , che non possono essere rilevate dalle altre tecniche di scansione . Per identificare la causa esatta , le procedure di trattamento più accurati possono essere prescritti in una fase precoce .

 Farmaci non necessari per il processo di scansione

Procedura di scansione MRI può essere fatto entro un breve periodo di tempo e dopo che i pazienti possono continuare il processo di scansione con le loro attività abituali. Il processo di imaging non richiede ai pazienti di assumere qualsiasi farmaco .

MRI è considerata una procedura sicura senza effetti collaterali. E ‘ completamente privo di radiazioni nocive . La procedura di scansione intera viene effettuato con l’ ausilio di onde magnetiche e radio .

A causa della presenza del campo magnetico , risonanza magnetica non sono consigliabili per pazienti con impianti metallici come pacemaker, aste di metallo nelle ossa e altri oggetti , in quanto può dislocare questi oggetti . Inoltre , i cambiamenti potrebbero verificarsi nelle immagini acquisite anche.