Problemi di salute

Feed Rss


Miti vaccinazione comuni

  1. Bambini con allergie uovo non può ricevere il vaccino MMR

 Il mito:

Un bambino con allergia alle uova (ciò si verifica in circa il 0,5% della popolazione) possono sviluppare gravi reazioni allergiche al vaccino MMR in quanto il vaccino è propagato su uova.

 La Verità:

Il vaccino MMR è propagato in cellule embrionali di pollo e non in uova. La quantità di proteine ??dell’uovo trovato in MMR non è sufficiente a causare gravi reazioni allergiche anche nei bambini che sono allergici alle uova. Così, MMR può essere tranquillamente somministrato in bambini con allergie a base di uova.

 2. Il rischio di vaccinazione superano di gran lunga il rischio di contrarre la malattia

 Il mito:

Dato che le malattie infantili come la poliomielite sono attualmente così rari, il rischio di effetti collaterali della vaccinazione sono di gran lunga maggiore del rischio di contrarre la malattia. Così, le vaccinazioni deve essere interrotto.

 La Verità:

Bisogna capire il concetto di “immunità di gregge”.

Per un vaccino per essere efficace nel controllo delle malattie trasmissibili, almeno l’80% della popolazione deve essere vaccinati con successo. In queste condizioni ci saranno, quindi, troppo poche persone sensibili a sinistra, limitando la diffusione di infezione naturale. L’incidenza della malattia si ottiene così progressivamente sempre meno fino a raggiungere un livello molto basso.

Quando una percentuale elevata di persone sono immunizzati, anche quelli che non sono stati vaccinati anche ottenere una certa protezione perché la malattia diventa così rara.

 3. Il vaccino MMR è stata collegata ad autismo

 Il mito:

Il possibile legame tra MMR e l’autismo è stato pubblicato da Wakefield e altri su Lancet nel 1998.

 La Verità:

In risposta a queste preoccupazioni circa il vaccino MMR, il Chief Medical Officer in Inghilterra, ha chiesto al Consiglio di ricerca medica a prendere in considerazione i dati disponibili riguardo a questa possibile collegamento. La conclusione del consiglio era che non c’era alcuna prova di un link.

In uno studio del 1999 pubblicato su Lancet, quasi 500 casi di bambini con autismo nati tra il 1979 e il 1994 sono stati studiati. Lo studio ha rilevato che:

 
 si è in aumento non autismo associato con l’introduzione di MMR nel 1988

  non vi era alcuna differenza di età della diagnosi di autismo tra i bambini immunizzati e non immunizzata MMR

  non vi era alcuna differenza nei tassi di vaccinazione MMR tra i bambini con autismo e il resto della popolazione

  non vi era alcun legame tra i tempi di MMR e l’insorgenza dell’autismo.
 

 4. Vaccinazioni più colpiscono il sistema immunitario

 Il mito:

Mentre vaccinazioni benefici, i bambini sono sempre più di quanto sia buono per loro, travolgendo così il loro sistema immunitario.

 La Verità:

Il 20 Febbraio 2002, l’Institute of Medicine (IOM) America, ha pubblicato un rapporto sulla sicurezza dei vaccini “Immunization Safety Review:. Vaccinazioni multiple e disfunzione immunitaria”

L’OIM ha Immunization Safety Committee recensione 8 studi relativo al rapporto tra le vaccinazioni multiple e diabete mellito di tipo I (principalmente una malattia autoimmune). Tutti gli studi hanno trovato che le vaccinazioni più avuto alcun effetto sull’incidenza di diabete di tipo I.

L’OIM anche esaminato altri studi ed ha concluso che le vaccinazioni multiple o non ha avuto effetto sul rischio di infezione, o fornito una certa protezione contro l’infezione.

Sulla revisione studi sui vaccinazioni multiple e il loro potenziale di causare malattie allergiche, l’OIM ha concluso che non vi erano prove insufficienti per accettare o rifiutare qualsiasi relazione causale tra vaccinazioni multiple e aumento del rischio di malattie allergiche.