Problemi di salute

Feed Rss


I perché, come, quando e degli obiettivi di fitness Impostazione

 Non è un segreto che la risoluzione del un Anno Nuovo numero di gennaio di ogni anno sta perdendo peso. La domanda ovvia è, se così tante persone decidono di perdere peso, come mai la stessa risoluzione è ancora in testa ogni anno? La risposta si trova negli altri fatto ben noto: la maggior parte sedano-eating, tapis roulant-hogging, eccitati frequentatori nuova palestra uscire prima di poter dire “cioccolato di San Valentino”. Le deliberazioni sono spesso destinati a fallire, perché affrontare l’aspetto comportamentale, con molto poco, se ogni pensiero di essere dato alla emotivo aspetto, cioè quello che il risultato finale del cambiamento del comportamento si sentirà come.

Il tipico “Voglio perdere peso” delibera assunta il 1 ° gennaio – pur completo da parte di un pasto abbondante la sera prima, è troppo vago e privo di emozione di stare di fronte ai rigori della dieta: cibi invitanti, la fame, allenamenti che sembrare molto meno attraente rispetto a guardare “The Biggest Loser”, mentre sgranocchiando un sacchetto di patatine. Gli obiettivi sono gli opposti di risoluzioni. Se impostato correttamente, essi esaminano gli aspetti emotivi, comportamentali e temporali allo stesso tempo: il perché, come e quando. Contrasto alla risoluzione “Voglio perdere peso” di cui sopra con questo:

“Entro il 30 giugno, 2010 perderà 25 chili e 3 pollici off della mia vita. Perderò una media di 1 chilo a settimana o 4 sterline al mese. Lo farò da mangiare 300 calorie in meno al giorno e di lavoro per 30 minuti 5 giorni alla settimana. il 1 ° luglio I celebrerà a raggiungere il mio obiettivo per andare in spiaggia con mio marito. Sembrerà meraviglioso non vergognarsi di indossare un costume da bagno! “

Quale pensi che ha tiro più emozionante: la risoluzione vaga o l’obiettivo concreto? Analizziamo questo esempio e capire perché è così molto più probabile che motivare qualcuno a vedere l’obiettivo fino alla realizzazione.

1. L’obiettivo cui sopra è composto da un obiettivo a lungo termine (perdendo 25 chili in 6 mesi), che si articola in obiettivi a breve termine (perdita di 1 libbra per settimana o 4 chili al mese).

2. Vediamo che l’obiettivo risultato (che è 25 chili in meno entro il 30 giugno) è seguita da obiettivi di processo che definiscono i passi da compiere per raggiungere l’obiettivo i risultati (mangiare meno, lavorando 30 minuti 5 giorni alla settimana).

3. L’obiettivo è specifici e misurabili (via del peso scala o metro a nastro) – non un vago, torta-in-the-sky vuole.

4. L’obiettivo è realistico (perdendo 1 chilo a settimana è un sano, fattibile, tasso medio di perdita di peso).

5. L’obiettivo è anche abbastanza difficile (non talmente semplice che non richiede alcuno sforzo, ma non così difficile che non può essere raggiunto).

6. Infine, l’obiettivo è interiorizzato (la persona ha un notevole investimento emotivo in esso espresso nel desiderio di poter indossare un costume da bagno senza sentire vergogna del suo corpo).

In sintesi, ben impostati gli obiettivi devono essere:

- A lungo termine (con obiettivi a breve termine built-in)

- Risultati-driven (con obiettivi di processo built-in)

- Specifica

- Misurabile

- Realistico

- Moderatamente difficile