Dieta, privazione Calorie E la risposta fame

 La risposta fame è notevole capacità del corpo di conservare le sue fonti di energia nei momenti in cui si riconosce la mancanza di approvvigionamento alimentare. Ci sono storie di sopravvivenza che raccontano di gente che va per giorni, settimane senza cibo e vivono ancora per raccontare la storia. Ciò è reso possibile dalla capacità del corpo di rallentare la velocità con cui esso brucia calorie. Quando il corpo privazione sensi, decelera immediatamente la sua attività metabolica. Per le persone in pericolo di morte a causa di fame, questo è un risparmiatore di vita. Per le persone che vanno in estrema restrizione dietetica per perdere grasso, un metabolismo lento è l’unica cosa che preferirei fare a meno.

Il corpo umano non può distinguere la differenza tra dieta e la fame. Fintanto che percepisce la privazione, il suo istinto di sopravvivenza, la risposta fame, viene attivato. Durante il periodo in cui vi è in realtà una mancanza di cibo, il corpo si nutre poco a poco di se stessa, letteralmente. In primo luogo, brucia grassi, poi i muscoli e anche gli organi interni per l’energia. Al suo tasso normale metabolismo, il corpo non può sopravvivere a lungo. A causa della risposta fame, il metabolismo rallenta e permette al corpo di vivere minori quantità di energia fino a quando non si spera, una fonte sicura di prodotti alimentari. Esattamente la stessa risposta si manifesta quando si limita l’apporto calorico, perché si desidera perdere il grasso. Taglio calorie estrema e prolungata risulta sempre un metabolismo pigro.

La legge di bilancio energetico dice che per perdere grasso, bisogna prendere in meno calorie che si bruciano. E ‘vero, ma questo non sta prendendo in considerazione la reazione del corpo alla privazione. Dobbiamo tenere conto di risposta fame nell’equazione. Ecco perché abbiamo elaborato piani alimentari, come mangiare pasti piccoli e frequenti e mangiare ogni tre ore. Questo è quello di assicurarsi che il corpo non riceve sentore di una possibile scarsità di cibo. In caso contrario, andrà in modalità di fame e quindi un rallentamento del metabolismo.

Quando abbiamo iniziato a ridurre le calorie, i risultati sono immediatamente visibili molto apprezzato. Tuttavia, pochi giorni di questo e la risposta la fame del corpo entra in gioco, rallentando il metabolismo e, quindi, la perdita di grasso. Se non si inverte, e la dieta restrittiva persiste, non riuscirà a perdere peso anche con un apporto calorico molto basso. La risposta la fame è un istinto naturale per la sopravvivenza umana. Per perdere grasso in modo più efficiente, si deve lavorare con e per il corpo, non contro di essa.

Restrizioni dietetiche estreme non funzionano perché il corpo ha costruito in meccanismi per garantire che sopravvive. Il miglior piano di perdita di grasso è quella che rende il corpo migliore, non solo da guardare, ma soprattutto, nel modo in cui funziona.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *