Problemi di salute

Feed Rss


Come smettere di sudorazione eccessiva sotto le ascelle

 Prima di discutere il modo per fermare l’eccessiva sudorazione ascellare, è necessario conoscere alcune informazioni su questa condizione. Il termine medico è iperidrosi ascellare e circa il 3 per cento degli americani soffrono con esso. Se non trattata, può continuare per tutta la vita. Questa condizione è molto imbarazzante perché i vestiti macchie e può compromettere seriamente la vita sociale di una persona.

Mentre può essere causato da metaboliche, malattie neurologiche o sistemica, di solito si verifica in soggetti sani. E ‘naturale a sudare quando fa caldo o quando siamo emotivo. Tuttavia, chi soffre di iperidrosi ascellare si suda in continuazione, a prescindere dal tempo o il loro umore.

Il primo modo per cercare di risolvere il problema è quello di chiedere un farmacista per un antitraspirante che contiene cloruro di alluminio. Se questo non funziona, un medico può prescrivere un antitraspirante più forte con lo stesso ingrediente. In caso contrario, ci sono farmaci per via orale chiamati anticolinergici che possono ridurre la sudorazione.

C’è una procedura denominata ionoforesi che è stato eseguito negli ultimi 50 anni. L’acqua viene utilizzata per creare una corrente elettrica alla pelle. Anche se non è ancora noto il motivo per questo funziona, apparentemente non ridurre la produzione di sudore sotto le ascelle. La corrente scorre per 10 a 20 minuti per sessione.

Il trattamento iniziale è composto da 2 a 3 sedute a settimana. Questi sono seguiti da trattamenti di mantenimento ogni 2 o 3 settimane, a seconda di come il paziente risponde. Anche se questo trattamento sembra molto doloroso, secondo i medici, non lo è. I pazienti possono anche acquistare dispositivi per fare il trattamento a casa, solo se autorizzati da un medico.

Altri trattamenti per arrestare l’eccessiva sudorazione delle ascelle comprendono Botox e chirurgia. Botox (tossina botulinica) viene iniettato in circa 20 posti in ogni ascelle. Relief durerà per circa 6 mesi. Durante l’intervento, il chirurgo utilizza uno strumento endoscopico per distruggere alcuni nervi vicino all’ascella. Anche se questo può essere efficace, non comportano rischi e complicazioni.