C’è un modo per ridurre i miei gozzo?

 Domanda:

Recentemente mi è stato diagnosticato un nodulo due multi-gozzo nel mio collo. Le scansioni hanno mostrato che non sono cancerose. Potrebbe gentilmente spiegare che cosa provoca questi, e c’è qualcosa che posso fare per ridurli o impediscono il loro sempre più grande?

Risposta:

Un gozzo può essere un ingrandimento della ghiandola tiroidea, che si trova nel collo. A volte il nodulo è così grande che sembra brutto, ma può influenzare la deglutizione e parlare, e può anche causare tosse man mano che preme sulla trachea. Un gozzo significa un disturbo nelle funzioni molto importanti della tiroide.

La tiroide produce due ormoni, T3 e T4. Questi agiscono sul metabolismo (i processi chimici che rendono la funzione bo4r, compresa l’energia che produce). La tiroide è controllata dalla ghiandola pituitaria, la ghiandola maestra nella parte anteriore inferiore del cervello. L’ipofisi produce ormone stimolante la tiroide (TSH), che induce le cellule della tiroide a sintetizzare T 3 e T4, con iodio quale ingrediente attivo. Se c’è un basso livello di iodio nel sangue, si producono meno ormoni e segnali andare al pituitaria a produrre più TSH per stimolare la crescita delle cellule della tiroide e quindi più ormoni. Se c’è sovrapproduzione di ormoni tiroidei, aumenta il ritmo metabolico e può portare a ipertiroidismo, uno stato in cui il corpo diventa quello che io chiamo ‘over bruciato’. La frequenza cardiaca aumenta, provocando palpitazioni. Non ci può essere eccessiva sudorazione, ansia, diarrea, rigidità muscolare e gli occhi possono rigonfiamento. Nel corso del tempo, è possibile perdere peso.

Se succede il contrario – ipotiroidismo – il corpo rallenta e si sente freddo, letargico e spesso depresso. Aumento di peso perché il vostro corpo non può utilizzare l’energia alimentare in modo efficiente e disturbi mestruali sono comuni:

Entrambe le condizioni possono causare la tiroide a gonfiarsi in un gozzo. Un multi-nodulo gozzo è come avere gozzo più o grumi di tessuto tiroideo. Questi sviluppi possono comparire in qualsiasi parte del corpo e sono in genere di cui i suoi tumori, ma, come dici tu, la tua non sono cancerose. Possono verificarsi anche senza la produzione di ormoni tiroidei supplementari. Sembra che questo può accadere nel tuo caso, presumo non vi è alcun cambiamento nella produzione di ormoni, altrimenti il ??vostro specialista avrebbe diagnosticato uno squilibrio attraverso esami del sangue e farmaci prescritti per stimolare o sopprimere l’attività della tiroide. Tuttavia, devono essere monitorati regolarmente per assicurarsi che la tiroide ingrossata, non improvvisamente si attivano e cominciano a produrre più ormoni.

Per stabilizzare la sua condizione, e per chiunque abbia iper-o ipotiroidismo, propongo quanto segue:

  Controllo dello stress, che aumenta la domanda di ormoni tiroidei. Pratica yoga e meditazione, e assicuratevi di dormire bene. Prima di dormire, fare il cadavere posa, che è dettagliato nel libro di Yoga Terapeutico.

  Evitare gli stimolanti, tra cui alcol, caffè e sigarette.

  Assicuratevi che i vostri livelli di iodio sono equilibrati, prendere alghe di mare: uno ogni due giorni per un mese, e poi due volte a settimana per sei mesi. Si dovrebbe anche mangiare alghe (fresco, essiccato o cospargere fiocchi di nori su zuppe e gli stufati) e altre iodio-contenenti alimenti come pesci di acque profonde, spigola, merluzzo eglefino e crostacei. Inoltre, ridurre gli alimenti che l’assorbimento di iodio blocco, come arachidi, soia, la senape e la famiglia dei cavoli.

  Le persone affette da ipotiroidismo spesso l’aumento di peso il miglior rimedio è quello di prendere un sacco di esercizio fisico (almeno 30 minuti al giorno) e mangiare pasti adeguati con abbondanza di proteine ??fine, come uova, pesce, petto di pollo e carne magra, più abbondanza di verdure, in particolare quelle verde scuro. Mangiare un pasto amidaceo al giorno, a base di carboidrati come il frumento integrale o pasta di riso, riso, couscous e marrone. Evitare di patate, carote e barbabietole, che sono ad alto contenuto di zuccheri.

  Tenere al caldo, e prendere il sole quando possibile, poiché questo aiuta la funzione della tiroide.

  Consultare un omeopata esperto, praticante di Reiki o guaritore. Queste terapie non possono direttamente ridurre le crescite, ma può aiutare a bilanciare il corpo e mantenere il sistema nervoso in armonia.

  Massaggiare il collo e le spalle in modo che le funzioni ipofisarie sono tenuti in equilibrio, andare ad un massaggiatore professionista.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *